The Black Men

Da Odino e i Vikinghi a INRI Band

 The Black Men.

  La storia dei complessi musicali del Golfo di Gaeta

  1960-1980

Capitolo III

Anteprima  – Primissima formazione dell’anno 1962       

“I melodici”, diventati poi Black Men.
La denominazione Diamond o “Admiral Suds” l’appiopparono proprio gli americani perché non volevano che suonassimo nel loro locale con il nome “Black Men”.


Questa foto vede un Thom, giovane straordinario e mezzo pazzo ma che portò una ventata straordinaria di rinnovamento. La batteria era di Tonino Bazzanti ed era tutta di legno “pittata” a smalto e un piatto che più che piatto era un piattino, le pelli non sintetiche o idrauliche ecc. ma lo crediate o no, erano fatte con la pelle di ciuccio. La chitarra che suonava Federico fu acquistata usata da Enzino Maltempo.
Dino Bartolomeo
“Black Men” nascono intorno al 1966 da un rimaneggiamento dei “Diamonds” gruppo formato se ricordo bene da Dino Bartolomeo, Lillino la Chimia , Gianni Sciolto, Tonino Odino, Alessio Iacobelli.
Io all’epoca frequentavo la 3a media ed ero compagno di classe di Alessio e studiavo pianoforte, il passo è stato breve. Un sacco di cambiali (non so da chi garantite) per acquistare un fantastico impianto voci Meazzi 40W (!!!!!!! ) con eco a nastro, e preghiere e promesse a mio padre per comprarmi un organo Farfisa “Compact de lux” con effetto “Jatta” ed ecco i Black men. Debuttiamo nel teatrino di San Francesco che ai tempi era seguito dal grande Don Gizzi.
Poi tante serate al circolo ufficiali, hotel Serapo, Hotel Mirasole, Piper di Antonio a Sant’Agostino, Hotel Argonauta (oggi Summit).

Grande successo al festival dei complessi di Minturno, primi classificati seguiti dalle “Folgori” e alla festa dell’Unità a Gaeta. Poi si aggiunse un ragazzo americano Tom Hawell con la sua Gibson “Diavoletto” che diede un tocco internazionale al repertorio con Beatles e Roling Stones e a volte portò con se alcuni musicisti della VI flotta USA facendoci diventare una BIG BAND con sax e trombe e suonavamo nel locale americano sotto la galleria di bar Italia. Poi impegni di università e lavoro hanno sospeso l’attività del gruppo che ha ripreso dopo tanti anni con una nuova formazione di cui io non ho fatto parte.

Ricordi molto felici di un bel gruppo di amici che come tanti all’epoca si dedicavano alla musica e che voglio salutare e ringraziare per avermi inserito in questo fantastico mondo

                                                                                      Daniele Nota

The Black Men 1980


Lascia una risposta